v 1.0 Beta

martedì 21 novembre 2006

Io lessi, tu Rin Tin Tin

Non leggo libri da almeno 5 anni, se pensate che ne ho venti, capirete quanto approfondita sia la mia cultura letteraria.
Perchè non leggo? Non so perchè (un classico alla Raz Degan), non c'è nulla che mi attiri, sono di gusti difficili. E poi non ho mai avuto un grande amore per la letteratura.
Ho in casa tre copie de "Il Giovane Holden" che ho iniziato a leggere per ben quattro volte. Nessuna delle letture è andata buon fine.
Gli unici libri che ricordo di aver letto sono un paio di romanzi di Steven King (tra cui anche quel libricino-ino-ino chiamato "It"), "Se questo è un uomo", e "Il segreto del bosco vecchio" di Buzzati. Parlo di libri seri, perchè "Sola come un gambo di sedano" della Littizzetto non mi sembra il caso di citarlo. Ma la cosa formidabile è che anche delle letture che ho portato a termine non ricordo nulla di più della semplice trama riassunta in non più di due righe.
Eppure non odio i libri, è che proprio non ne sento il bisogno. Io sono più per l'informazione para-scientifico-tecnologica. Insomma, leggo riviste e mi documento su internet per qualsiasi cosa, ma di sapere che in "Io uccido" l'assassino è il Dj non me ne frega niente.
Però scrivo, e questo non me lo spiego.

Etichette: ,

10 Comments:

Blogger cherrydelicious said...

Prova a cambiare genere. Leggi libri che per forza devono essere belli, classici importanti, oppure romanzi che hanno venduto un sacco di copie. Se ti piace scrivere ti deve piacere per forza la lettura...forse non hai capito quali libri ti interessano sul serio.

10:14  
Anonymous stee said...

io ho gli occhi inchiodati al fatto che tu non abbia finito the catcher in the rye.
magari non ti è piaciuto neppure 'furore'.
sul fatto che scrivi senza leggere, ebbene, stando alle stime della scarsissime vendite in libreria e copiosissime richieste di valutazioni di opere prime di emergenti scrittori alle case editrici, sei assolutamente un caso di scuola.
e dire che se dovessi indicare la professione umana più importante e alta, io direi che è quella del poeta...siamo evidentemente agli antipodi.

11:41  
Blogger Tommaso said...

@ cherry: mah ti giuro che libri ho iniziato a leggerne di diversi generi ma non mi davano nessuno stimolo. Però può darsi che sia come dici tu

@ stee: evidentemente si ;)

13:46  
Anonymous Anonimo said...

mmm... no credo sia vero. Io adoro scrivere e lo faccio anche decentemente ma non sono una forte lettrice.

Miss.

15:07  
Blogger Tommaso said...

alla fine le vedo un po' come due cose separate... penso che chi scrive lo faccia un po' per essere ascoltato, e chi legge lo faccia per il desiderio di ascoltare

18:19  
Anonymous Anonimo said...

vabbeh, tanto mica volevo leggerlo...
ma nemmeno i 'libri' di fabio volo ti ispirano?
teresa

21:40  
Blogger Tommaso said...

mai provati, probabilmente non sono malaccio dato che le sue trasmissioni le trovo abbastanza interessanti... cmq penso che dopo questa sessione di esami mi chiuderò in libreria e ne uscirò solo con un libro in mano, a costa di rimanerci un giorno intero...

21:43  
Anonymous Ste said...

Hai letto "It" e non sai che si chiama Stephen King e non Steven...Io la chiamo...bh...non so nemmeno come chiamarla.

23:10  
Blogger Teresa said...

io ti consiglio volo, davvero. in caso mi dirai che ne pensi ;-)

14:01  
Blogger Tommaso said...

@ ste: chiedo scusa sua maestà di 'sta minchia ;)

18:55  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

Tom's Brewery is written under a CC License | design 2007 by tommasof